LIVRES D’AUTEUR

#7 Acqua Virtuale

 
ATLANTE GEOPOLITICO DELL’ACQUA
Water Grabbing, diritti, sicurezza alimentare ed energia 

Un viaggio visivo e di ricerca attraverso il concetto di bene comune e diritto umano all’acqua negli eterni confiitti per l’oro blu, tra accaparramento, trasformazioni dell’energia e analisi degli sprechi.
L’acqua è elemento indispensabile per la vita sulla Terra: una risorsa preziosa da sempre oggetto di contese, confiitti e depauperamento; questo libro è un atlante nel senso contemporaneo del termine: tematico e geopolitico, fortemente orientato all’information design e alla sensibilizzazione su un tema molto chiaro: il diritto all’acqua è il futuro del pianeta.
In 14 capitoli si intrecciano foto di reportage d’autore, infograffche e mappe per raccontare in chiave geopolitica le maggiori criticità legate ai sistemi idrici: il ciclo dell’acqua; l’acqua intorno a noi; i grandi fffiumi; i grandi laghi; mari e oceani; i cambiamenti climatici; l’acqua virtuale; agricoltura e sicurezza alimentare; una goccia elettrica; i grandi sbarramenti; water grabbing e diritti umani; salute e igiene; l’acqua in bottiglia.


WATER GRABBING

Le guerre nascoste per l’acqua nel XXI secolo

Non c’è solo il land grabbing, l’accaparramento della terra che fagocita, in particolare, il continente africano. Nella smania neoliberista di possedere le risorse naturali, anche l’acqua è diventata oggetto di scontri commerciali, tensioni sociali e guerre internazionali. Tanto più che l’«oro blu» sta diventando un bene molto prezioso: entro il 2030 una persona su due al mondo vivrà in zone ad elevato stress idrico.

Già oggi multinazionali che imbottigliano l’«acqua del sindaco» rivendendola a peso d’oro mettono le mani su sorgenti, laghi e fiumi. Perché acqua ne serve molta, anzi moltissima. Per tutto. Per produrre la Coca-Cola che viene quotidianamente venduta servono ogni giorno 75 miliardi di litri di acqua.

In queste pagine si viaggia dal Michigan del fracking al Bangladesh delle falde superinquinate, si percorre il Mekong «assediato» dal sale marino e si toccano con mano – in Swaziland, Brasile e altrove – gli effetti delle monocolture sulla possibilità, per i poveri, di avere acqua per mangiare, bere e lavarsi. In pratica, per vivere.

Un viaggio intorno al globo molto documentato, appassionato e appassionante, per conoscere un problema che riguarda milioni di persone, soprattutto gli ultimi. La geopolitica e l’economia iniziano a fare i conti con l’acqua, anzi, con la sua mancanza. Qui si comprendono il dove, il come e il perché di una questione che ci tocca tutti. Non solo quando abbiamo sete.

 

# Water Grabbing, Sahel Desertification, Senegal


FOOD4 : Geographies of food
FOOD4 : Geografie del Cibo

Un atlas to describe global scenarios of food security

Autori : Emanuele Bompan, Riccardo Pravettoni

Cartografia : Riccardo Pravettoni

Design : Andrea Canfora

Photoediting : Giada Connestari

Supervisione : Roberto Giovannini

Edizioni : La Stampa


Dimenticami, ormai è tutto spento.  Un viaggio storico e intimo dalla Romania di Ceausecu ai nostri giorni. 

La dimensione della fotografia non è solo estetica, ma anche etica.

Lo dimostra bene , qualche volta anche togliendoci il fiato con immagini e testimonianze, questo libro di Giada Connestari, che è un documento atto ad interpellare le nostre coscienze.
Chi mai potrebbe evitare di interrogarsi sulle mani che, nella foto sopra riprodotta, spuntano drammaticamente dalle fogne di Bucarest? Sono le fogne dove bambini e ragazzi di strada , abbandonati nella tempesta di contraddizioni e fallimenti del Novecento, sono riusciti a trovare estremo rifugio nei gelidi inverni di Bucarest.

In questo libro l’Autrice fornisce volto e parole a tante mani, che sono emerse dall’inferno del Canale, come veniva chiamato lo spazio fognario, direttamente accessibile dai tombini delle strade della capitale romena. Uno spazio insalubre, di altezza variabile, attraversato da tubi delle fogne, spesso bollenti.

Giada Connestari non scatta solo istanee, ma racconta , realizzando una galleria di ritratti e testomianze delle vittime, una vicenda tragica del nostro tempo, che ha accomunato migliaia di giovani e giovanissimi innocenti, rifugiatisi e sopravvissuti nell’inferno del Canale. Immagini e testimonianze sono inserite in un quadro del susseguirsi degli eventi storici, dove le utopie generano la tragedia, ma anche fioriscono eroismi, speranze, solidarietà.

Le fotografie, che scorrono nel volume, datano 2007, 2008, 2011 e sono riferite a Bucarest e Slatina. Le testimonianze sono state scritte o dettate direttamente dai ragazzi che frequentavano, in quel momento le strutture delle ONG Concordia e Curcubeo, alle quali parte del/il ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Carlo Emanuele Bugatti
direttore del Museo d‘arte moderna e della fotografia di Senigallia e dell’Osservatorio della fotografia della Provincia di Roma

WordPress Gallery Plugin

Forget me, it’s all dark, Giada Connestari, 2012

Con la collaborazione di
Associazione Un Tetto, Organizației Umanitare CONCORDIA, Curcubeu Onlus.

Con il contributo di
Banca delle Marche, Credito Cooperativo di Corinaldo, Banca dell’Adriatico.

Con il patrocinio di
Musinf-Senigallia, Io fotoreporter, Mediateca delle Marche

DISTRIBUTION:

ITALY
MILANO
_ Isola del Sole
FIRENZE
_ Cuculia
_ Brac
ANCONA
_ Iobook, Senigallia (AN)
_ Ubiklibri, Senigallia (AN)
_ Libri & Libri Shop Srl

FRANCE
PARIS
_ Artazart
_ La libreria
En consultation chez:
_ Le Bal

PRESENTATIONS WITH THE AUTHOR
28Dic2011, Palazzo Ducale, Senigallia (AN)
19apr2012,Circolo Fotografico Avis, Chiaravalle (AN)
22giu2012, Biblioteca Comunale L. Orciari, Marzocca (AN). Introduzione di G. Moraca, ore 21.15
24giu2012, Castello Rocca Priora, Falconara (AN), ore 21.30
a venire…
_ 23nov2012, Gruppo Progetto Imagine, Lodi (MI), ore 21

PUBLICATIONS
Lo sguardo dell’abbandono. Volti e parole dei ragazzi abbandonati della Romania
_ http://www.orizzonticulturali.it/

TO BUY THE BOOK ON-LINE

Book & Shipping

FOR GROUPED PURCHASES, OR OTHER DESTIONATIONS,  PLEASE CONTACT ME DIRECTLY AT THIS ADRESS:
giada.connestari@gmail.com

 

I commenti sono chiusi.

CERCA